Le normative dei monopattini elettrici a partire da Marzo 2020

Condividi post

Le novità del decreto “Milleproroghe”: cosa cambia per i monopattini elettrici?

Il DDL – in vigore da Marzo 2020 – sancisce nuove regole per circolare correttamente con i moderni dispositivi inerenti alla mobilità sostenibile: ecco cosa sapere.

migliori migliori monopattini elettrici 2020

Gli appassionati e gli entusiasti sostenitori della mobilità sostenibile devono fare i conti con la legislazione vigente in Italia: il DDL “Milleproroghe” continua a far parlare di sé, allo scopo di garantire la sicurezza stradale a bordo dei migliaia di monopattini elettrici che sfrecciano ogni giorno nelle nostre metropoli. Abbiamo scelto di aprire una breve panoramica informativa allo scopo di illustrare le novità entrate in vigore a Marzo 2020: la conversione del decreto-legge in questione, infatti, sta per essere discussa definitivamente in Parlamento allo scopo di definire “disposizioni urgenti in materia di proroga di termini legislativi, di organizzazione delle pubbliche amministrazioni, nonché di innovazione tecnologica”. 

Non è il caso di farti trovare impreparato: se possiedi un monopattino elettrico – o hai intenzione di acquistarne uno – è bene conoscere le modalità con cui usarlo in strada senza incappare in brutte sorprese. La sintesi che abbiamo proposto tiene conto delle regole must-know inizialmente introdotte dalla Finanziaria 2019 e successivamente trasformate in decreto legislativo. Prima di scendere maggiormente nel dettaglio, è bene sapere che – contro ogni previsione – l’articolo 33-bis del provvedimento sancisce la proroga (da 24 a 36 mesi) della fase di sperimentazione per i dispositivi di micromobilità elettronica che circolano in città: ecco cosa sapere. 

DDL: le normative vigenti per i monopattini elettrici a partire da Marzo 2020

Il primo comma del disegno di legge, chiarisce che la circolazione mediante acceleratori – ovvero segway, hoverboard, monopattini e monowheel – è consentita solo qualora essi siano a propulsione prevalentemente elettrica, nell’ambito della sperimentazione disciplinata dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Importanti, inoltre, sono le caratteristiche costruttive dei veicolo che scegli di usare su strada. Nello specifico, sono considerati velocipedi: 

  • i monopattini elettrici che non hanno un posto a sedere; 
  • i veicoli a propulsione prevalentemente elettrica con motore a potenza nominale continua non superiore a 0,50 kW; 
  • i dispositivi rispondenti agli altri requisiti tecnici e costruttivi indicati nel decreto del 4 Giugno 2019, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale numero 162 del 12 Luglio 2019. 

La misura è temporanea e ha lo scopo di garantire la fase di sperimentazione – prorogata di 12 mesi – che consentirà di chiarire l’ultimazione delle misure inerenti alla mobilità sostenibile nelle nostre metropoli. Di conseguenza, i monopattini che non rispettano i requisiti ministeriali non potranno essere guidati su strada, né tantomeno sulle piste ciclabili o sui marciapiedi.  Chiunque circoli con un monopattino a motore avente caratteristiche diverse da quelle indicate dal comma 75 è soggetto alla sanzione amministrativa da euro 100 a euro 400, a cui consegue la sanzione amministrativa della confisca del monopattino,  ai sensi delle disposizioni del titolo VI, capo I, sezione II, del codice di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285.

Monopattino elettrico e DDL: le caratteristiche del veicolo

L’articolo 75-ter è un’altra importante novità introdotta dal DDL discusso in questi giorni. In esso, infatti, si stabilisce che: 

  • i monopattini a propulsione elettrica possono essere guidati su strada da utilizzatori che abbiano compiuto il quattordicesimo anno di età; 
  • i veicoli in questioni possono circolare su strade con limite di velocità di massimo 50 km/h, nonchè sulle strade extraurbane qualora dovesse essere presente una pista ciclabile; 
  • i monopattini non possono superare la velocità di 25 km/h quando circolano sulla carreggiata e di 6 km/h quando circolano nelle aree pedonali; 
  • trascorsi primi 30 minuti dopo il tramonto – o in condizioni atmosferiche sfavorevoli – i monopattini che non sono dotati di luce visibile non possono essere guidati su strada e non possono essere trasportati a mano. 

Chiunque circoli senza rispettare le norme suddette in materia di monopattini a propulsione prevalentemente elettrica, sarà costretto a saldare una multa da 100 a 400 euro. 

DDL “Milleproroghe”: il comma 75-quart e le disposizioni in materia di circolazione

Il Decreto di Legge sancisce delle norme comportamentali alla guida del monopattino elettrico. Tra queste, ricordiamo che:

  • l’utilizzatore deve procedere su un’unica fila in tutti i casi in cui le condizioni stradali lo richiedano; 
  • il possessore del veicolo deve avere libero uso delle braccia e delle mani reggendo il manubrio, a meno che non sia necessario segnalare la manovra di svolta; 
  • è vietato trasportare altre persone – oggetti o animali – o farsi trainare da un secondo veicolo; 
  • i minori di 18 anni hanno l’obbligo di usare un casco protettivo durante tutte le fasi di guida del monopattino elettrico. 

Tutte le violazioni indicate in questo comma prevedono la sanzione amministrativa da euro 50 a euro 200.

Comma 75 quinquies/sexies: sanzioni per i dispositivi di micromobilità

Il comma 75-quinquies, infine, sancisce le sanzioni previste per gli altri dispositivi di micromobilità che non rispettano le caratteristiche tecniche e costruttive definite dal decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti 4 giugno 2019, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 162 del 12 luglio 2019. Tutti gli utilizzatori che usano su strada veicoli non a norma, verranno multati (con una somma che oscilla tra i 100 e i 400 euro) e saranno oggetto della confisca del dispositivo ai sensi delle disposizioni del titolo VI, capo I, sezione II, del codice di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285. 

In aggiunta a quanto detto, il comma 75-sexies definisce ulteriormente la validità dei servizi di noleggio dei monopattini che ormai popolano le nostre metropoli. Il DDL attiva la possibilità di usufruire dei monopattini elettrici in free-floating, ovvero potendo lasciare il mezzo in qualsiasi punto della città, senza rispettare apposite aree segnalate o adibite con stalli e postazioni di ricarica. Inoltre, dovrà essere prevista – oltre al numero massimo dei veicoli messi in circolazione –  l’obbligo di copertura assicurativa per l’effettuazione del servizio stesso, le modalità di sosta per i dispositivi e le eventuali limitazioni alla circolazione in determinate aree della città. 

In conclusione, appare chiaro come gli sforzi di governo tendano a una normalizzazione e una valorizzazione delle modalità con cui gli utenti possono usufruire dei moderni dispositivi di micromobilità. Lo scopo è quello di limitare l’impatto ambientale derivante dall’utilizzo dei classici dispositivi non-elettrici, in aggiunta a una maggiore fluidità del traffico metropolitano. Di contro, mantenere standard qualitativi e di sicurezza adeguatamente regolamentati, consente agli appassionati della mobilità sostenibile di circolare in maniera affidabile e garantita.

Ti potrebbe anche interessare:

CLASSIFICA DEI MIGLIORI MONOPATTINI ELETTRICI 2020:

Bestseller No. 1
Xiaomi Mi Monopattino Elettrico Essential, Versione Amazon con Lucchetto Incluso, 20 Km di Autonomia, Velocità Fino a 25 Km/h
  • Peso: 12 kg; peso massimo supportato: 100 kg
  • Velocità massima: ca. 25 km/h; sofisticato sistema di controllo della velocità di crociera e recupero dell’energia cinetica (KERS)
  • Durata della batteria: fino a 20 km
  • Display integrato per un comodo e veloce monitoraggio con velocità/batteria/km/modalità
  • Pneumatici antislittamento e ammortizzanti da 8.5 pollici; doppio sistema frenante
Bestseller No. 2
i-Bike Mono Air S, Monopattino Elettrico Unisex Adulto, Nero, Unica
  • Telaio in alluminio, ruote 8,5" in gomma piena
  • Motore anteriore brushless 350 w
  • Batteria 36 v, 6 ah, 216 wh
  • Ripiegabile in pochi secondi
  • 3 livelli di assistenza (6, 20 e 25 km/h)
OffertaBestseller No. 3
NINEBOT BY SEGWAY Kickscooter E45E Segway
  • Doppia batteria inclusa, durata fino a 45 Km
  • Pneumatici 9 pollici a doppia densità che non richiedono manutenzione
  • 3 Freni: anteriore, posteriore meccanico e magnetico
  • Novità: Ammortizzatore Anteriore per una miglior tenuta e stabilità
  • Velocità massima fino a 25 Km/h

Condividi post

Lascia un commento